Una vita presa a pugni

“Una vita presa a pugni”, pagine di boxe

Una vita presa a pugni”, può sembrare un titolo banale, ma se il protagonista e un campione di pugilato è la realtà.

Questo è infatti il titolo del libro scritto dal giornalista Luigi Milozzi dedicato alla vita e alla carriera di Emanuele Cavallucci edito da Hatria Edizioni.

Chi è Cavallucci? Diciassette anni di agonismo, di cui 7 da dilettante e 10 da professionista. Nel 2019, il boxeur teatino vince il titolo italiano dei professionisti per KO, primo nella storia di Chieti.

Non finisce qui: nel 2023, dopo aver affrontato tanti campioni in Europa, vince nettamente per KO anche il titolo IBF del mediterraneo.

Non male proprio! E quindi prendere a pugni la vita è la sua missione che comincia dalla nascita vista che ha rischiato non vedere mai la luce tanto che il suo soprannome “Ghigno” è legato anche questo…. Non vi racconto nulla perché dovete leggere il libro!

Continua con un padre assente, dentro e fuori del carcere e dall’amore di una madre che l’ha sempre protetto e portato a credere in se stesso.

Dunque è vero che i pugili hanno alle spalle una vita difficile? In questo contesto sì. Ma che si fa? Si sta in piedi, si coltiva un sogno e conquistano medaglie o meglio, corone come si definiscono in gergo.

E Cavallucci ha fatto questo: non si è mai arreso a chi gli diceva no; non ha mai girato le spalle al ring e alla fine ha vinto lui!

Un libro che fa riflettere perché la sua storia è quella di tanti, ma può essere da esempio a tanti che invece lasciano, si lasciano andare e non credono più a nulla. Soprattutto a se stessi.

Un libro nel quale sono in qualche modo partecipe: all’interno infatti c’è un mio contributo dal titolo “Il pugilato femminile, storie di donne”.

Per questo dunque ringrazio il collega e amico Luigi Milozzi per avermi coinvolta e per avermi fatto scoprire un mondo inesplorato per me ma davvero importante e di successo.

Chi volesse acquistare “Una vita presa a pugni” o semplicemente assistere alla prima presentazione e firmacopie può approfittare di due momenti entrambi in programma mercoledì 20 dicembre a Chieti.

Ne dettaglio: alle 18,30 con un firmacopie condotto da Mila Cantagallo il prossimo 20 dicembre alla Casina dei Tigli, alla Villa Comunale a Chieti, alla presenza dell’autore Luigi Milozzi e del campione.

In serata alle ore 23 si andrà in scena con lo spettacolo omonimo nella rassegna Amami Teatro al Marrucino di Chieti. Interviste a cura del giornalista del Centro Lorenzo Colantonio.

Interventi musicali a cura del cantautore Alfredo Scogna del maestro Vincenzo De Ritis e del baritono Christian Latorre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *