storie di sport 2019

“Storie di Sport”, il concorso per i giovani studenti

All’interno del Festival Rocky Marciano di Ripa Teatina torna il concorso letterario Storie di Sport, giunto alla sua III edizione e curato dallo scrittore Peppe Millanta.

Il concorso ha lo scopo di diffondere i valori e i principi dello sport tra i giovani e i giovanissimi delle scuole del territorio italiano.

Anche in questa edizione saranno tre le categorie rivolte agli studenti (elementari – medie – superiori, la cui partecipazione è gratuita) e una categoria rivolta ai maggiorenni.

Si partecipa con un racconto a tematica sportiva, e ci si iscrive attraverso il form presente sul sito della Scuola Macondo entro il 1° maggio.

La premiazione avverrà a luglio, all’interno del Festival della Letteratura Sportiva a cura di Dario Ricci, giornalista di Radio24.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Ripa Teatina, dal Festival Rocky Marciano e dalla Scuola Macondo – l’Officina delle Storie ed è patrocinato dalla Regione Abruzzo e dal Coni Abruzzo.

“Nel 2019 si celebrerà l’edizione numero 15 del Festival Rocky Marciano e siamo particolarmente orgogliosi di questo traguardo”, le parole del sindaco Ignacio Rucci, “e all’interno del percorso di crescita di questo appuntamento la cultura e la letteratura sono ormai da anni dei capisaldi imprescindibili”.

L’assessore Gianluca Palladinetti sottolinea invece come con il concorso letterario Storie di Sport il Festival Rocky Marciano si sia aperto ai più giovani: “Nelle precedenti due edizioni abbiamo fatto registrare numeri davvero importanti e contiamo nel 2019 di migliorare ulteriormente la partecipazione dei giovanissimi. Già nei mesi scorsi, inoltre, siamo stati contattati da numerosi autori per avere informazioni sulla nuova edizione, segno inequivocabile che il concorso letterario da noi proposto sta suscitando un interesse crescente nel mondo della cultura italiana e che, oltre a rappresentare ormai rappresenta un elemento di valorizzazione delle potenzialità di tanti scrittori in erba, è uno straordinario volano per la valorizzazione anche del nostro territorio. Un grazie doveroso va a Peppe Millanta e alla scuola Macondo per il loro fondamentale apporto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.