Sportivamente 2023

Sportivamente 2023 in 5 date da sogno

Sportivamente 2023, sintetizzerei così questo ultimo post dell’anno agli sgoccioli.

Mancano dunque davvero pochi giorni all’arrivo di nuovi dodici mesi dei quali immaginiamo progetti, sogni, idee.

Prima però vi racconto qualcosa, questa volta non generico sul mondo dello sport, non un bilancio della bellezza di un anno di sport (al primo posto avrei messo sicuramente la vittoria in Coppa Davis di Sinner e company!), ma qualcosa di personale perché questo sportivamente 2023 mi ha dato davvero tanto; ho conosciuto infatti nuove e bellissime persone, visto luoghi spettacolari che tolgono il fiato.

Ecco, questo mio bilancio sarà sportivamente personale e, come sempre, li raccolgo in 5 date speciali.

  1. Convegno Università degli Studi di Teramo: essere chiamati dalla propria università a distanza di 20 anni dalla laurea per parlare di calcio femminile, oggetto della tesi, è un’emozione indescrivibile! Una telefonata a marzo dello scorso anno che mi ha lasciato senza parole: “Stiamo organizzando un convegno sul mondo del calcio femminile e abbiamo pensato a lei come relatrice”. Farfalle nello stomaco, emozioni a non finire; ero in un supermercato ma l’istinto era quello di urlare di felicità. Com’è andata? Beh, quel 17 aprile 2023 ha avuto lo stesso sapore di quel lontano 1° dicembre 2004, giorno della mia laurea. L’unica differenza è che, questa primavera ero dall’altra parte.
  2. Presentazione evento libro al Teatro Marrucino (Chieti): se un giorno mi avessero detto: “Sali sul palco del teatro Marrucino e presenta”, avrei riso a crepapelle. E invece… 20 dicembre 2023 ero sul palco per presentare la serata dedicata al libro “Una vita presa a pugni” del collega e amico Luigi Milozzi, dedicato alla storia del campione di pugilato Emanuele Cavallucci. Mamma ragazzi star lì! Non si può descrivere la sensazione forse perché non hai nemmeno tu il tempo di capire che succede! Una cosa però è vera: dal palco non vedi il pubblico; c’è, senti le loro risa, gli applausi ma non vedi nessuno. E’ una sensazione strana che solo il teatro può dare e credo di non dimenticarla mai più.
  3. Intervista Elisa Di Francisca a Guardiagrele: campionessa olimpica di Fioretto a Guardiagrele per ritirare il premio nazionale Terrazza d’Abruzzo sullo Sport il 7 luglio 2023. Io c’ero. L’ho intervistata io sul suo libro “Giù la maschera”. Una donna, un’atleta che ha vissuto tanti momenti forti, crudi, bellissimi, spaziali; una donna, un’atleta che si è fatta da sola, che ha saputo rialzarsi quando nessuno ci credeva, che ha saputo andare oltre la bruttezza della vita ed è arrivata in vetta all’Olimpo sportivo. Starle accanto, sentirla parlare, raccontare, ridere mi ha fatto pensare tanto su ciò che davvero conta: te stessa, la tua forza e quanto ci credi nei sogni.
  4. SportivamentEtica a scuola: in tanti mi dicevano che entrare in una scuola e parlare con i ragazzi fosse un’esperienza unica. E devo dire che è vero! Portare “SportivamentEtica”, programma radiofonico di radiostart.it, all’interno dll’ITC di Ortona è stato un momento davvero particolare. Si sa che lo sport è un canale preferenziale specie per i ragazzi, ma dallo sport a raccontarsi nella vita quotidiana è un attimo e i liceali quel 30 novembre 2023 l’hanno fatto, si sono aperti con me, con Angelo Nicolò e la psicologa dello sport Irene La Fratta; ragazzi e ragazze che mi hanno lasciato un segno, un pensiero, un’idea di cui farò tesoro.
  5. Convegno calcio femminile alla sala consiliare del Comune di Spoltore: “Il calcio è donna: parliamone!” è stato il primo evento da me organizzato insieme al periodico Lacerba e all’amministrazione comunale di Spoltore nella persona della sindaca Chiara Trulli che ringrazio sentitamente per l’attenzione al tema e la volontà di realizzare l’evento. 7 dicembre 2023: parlare di calcio femminile nella sala consiliare di un Comune insieme a professionisti e amici come i dottori Claudio Patacca (biologo e nutrizionista) e Gianluca Bellafante (preparatore atletico della squadra di futsal TikiTaka Planet) è stato magico; ringrazio lo Spoltore Calcio per aver portato le ragazze della femminile e Laura Tinari delegata calcio femminile LND Abruzzo nonché presidente della Serie B Femminile. Cosa mi ha lasciato questo incontro? Il desiderio di non fermarmi e parlare di donne e sport ancora di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *