paralimpiadi

Paralimpiadi di Tokyo, le parole del delegato Fispes Abruzzo

La fantastica estate sportiva italiana 2021 non sarà facile da dimenticare: Euro 2020 di calcio vinti, record di medaglie alle Olimpiadi, Euro 2021 di Pallavolo femminile vinti e poi le Paralimpiadi….

Ragazzi da record anche loro con oltre 70 medaglie vinte!!! Tra queste la storica tripletta azzurra per la categoria T63 ( riservata ad atleti che competono con protesi ad un arto) dei 100 metri: oro, argento, bronzo tutti sull’aereo per Roma

E proprio questa tripletta alle Paralimpiadi di Tokyo è stata la gioia immensa per la Federazione di riferimento, la Fispes, che in Abruzzo è rappresentata da Simone D’Angelo. 

“Un risultato storico per l’Italia e grande motivo di orgoglio per la federazione paralimpica che rappresento in Abruzzo” afferma emozionato D’Angelo “voglio lanciare un appello alle tante persone che vorrebbero iniziare un percorso sportivo nello splendido mondo paralimpico, ma che rinunciano per mancanza di fiducia in se stessi o per altri motivi: contattateci, scriveteci e continuiamo a scrivere insieme la storia. Abbiamo bisogno di voi per far crescere il movimento e puntare a nuovi record e successi.”.

La nazionale italiana di atletica leggera ha scritto la storia con uno storico podio tutto azzurro: sul gradino più alto è salita la 19enne toscana Ambra Sabatini, che con 14”11 ha realizzato il record del mondo; medaglia d’argento per Martina Caironi, 31enne lombarda (14”46) e residente a Bologna; bronzo a Monica Graziana Contrafatto, 40enne siciliana e residente a Roma (14”73).

“I Giochi di Tokyo ci stanno regalando un’infinità di soddisfazioni, una serie di risultati incredibili che danno lustro a tutto il movimento olimpico e paralimpico nazionale. Adesso sta a noi valorizzare quanto costruito in questi anni”, conclude D’Angelo.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.