Orlando d'angelo

Orlando D’Angelo racconta Stefano Mammarella in un libro

Mercoledì 11 dicembre ore 17,30 il teatro Marrucino di Chieti ci sarà il fischio d’inizio della presentazione del libro Il portiere più forte del mondo. Stefano Mammarella il fenomeno del futsal.

Ed è proprio un vero fenomeno Stefano Mammarella, il portierone della Nazionale italiana di futsal e dell’Acqua&Sapone; un giusto tributo che gli viene fatto da chi lo conosce da anni e lo vede ogni giorno tra allenamenti e partite. Stiamo parlando di Orlando D’Angelo, giornalista e responsabile della comunicazione della società abruzzese di calcio a 5.

Proprio all’autore Orlando D’Angelo, abbiamo chiesto qualche dettaglio del libro.

Come nasce l’idea del libro?

L’idea nasce durante la stagione 2017/2018, quella dello scudetto. In quei mesi, ho capito fino in fondo quanto affetto ci sia in giro per l’Italia nei confronti di Stefano, quanta ammirazione per lui negli occhi di chi segue questo sport, dei media, dei bambini. Ho capito che era arrivato il momento di cristallizzare sulle pagine di un libro tutto quello che stavo vivendo seguendo da vicino la squadra e lui. Lasciare una testimonianza per il futuro della sua storia e del suo esempio positivo di grande campione rimasto sempre lo stesso negli anni e dopo tanti successi.

Quali le caratteristiche che fanno di Stefano Mammarella Il portiere più forte del mondo?

Il più forte del mondo sembra un titolo un po’ esagerato, ma non lo è. Stefano resta uno dei due portieri al mondo ad aver vinto tre volte il Futsal Award come Miglior portiere del mondo (l’altro è Higuita del Kairat). Stefano è il più forte perché si allena sempre come se avesse ancora tutto da conquistare, come se fosse ad inizio carriera. Ha voglia, fame, abnegazione, cultura del lavoro e spirito di gruppo. Così è diventato il riferimento per tutti in Italia e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.