La mia squadra che cambia

La mia squadra che cambia (e io con lei)

Passano gli anni (e vorresti non passassero…), passa il tempo (e vorresti fermalo…), si cresce, si cambia, nella vita di ognuno arrivano nuove persone, si guarda a nuovi obiettivi, si pensa al futuro.

No, non sono diventata una filosofa di punto in bianco. E’ solo che il campionato è appena iniziato e mi sono venuti in mente alcuni pensieri, ricordi della mia Juventus.

Ricordi, pensieri di quando la guardavo da adolescente con i suoi big: Vialli, Baggio, Del Piero, Torricelli, Di Livio, Trezeguet, Buffon, Nedved, Paulo Sousa…

E penso: “Mamma quanto tempo è passato! Davvero così tanti anni???”.

Sì, sono passati più di 20 anni da quei nomi che sono stati un pezzo di storia bianconera; che hanno alzato l’ultima Coppa Campioni, che hanno vinto la Coppa Intercontinentale e dato a me gioie profonde che non dimenticherò mai.

Quando Claudio Marchisio ha rescisso il contratto con la Juventus dopo 25 anni, ho percepito un senso di cambiamento e rivoluzione ancora più forte del giorno dell’addio di Capitan Del Piero; è come se davvero quegli anni fossero finiti, è come se anch’io stessi vivendo una rivoluzione con lei, la mia Juve.

Oggi i big si chiamano Cristiano Ronaldo, Dybala, Douglas Costa e li amerò come ho fatto con gli altri ma credo che dovrò, stavolta sul serio, accettare il profondo cambiamento in atto in me e nella Vecchia Signora.

Sì, accettare fino in fondo che tutto cambia, che nuove persone entrano nella mia squadra, che nuovi traguardi raggiungeremo, che nuove sfide potranno essere vinte o perse.

La cosa importante è una sola: esserci e guardare avanti.

Ma… tre nomi saranno scolpiti per sempre nel mio cuore:

Alessandro Del Piero

Claudio Marchisio

Gianluigi Buffon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.