befana

Cara Befana, vorrei uno sport…

Scrivemmo già alla vecchina più attesa di ogni inizio anno ma abbiamo voluta rifarlo per lasciarle alcuni pensieri dopo aver letto tante cose nel corso del 2019.

Anche per questo nuovo anno quindi, pensiamo a lei….

Cara Befana,

domenica notte il tuo arrivo allieterà tanti bambini come ha fatto la notte del 24 dicembre il tuo collega Babbo Natale.

Una notte magica quella del 5 gennaio ma anche strana perché il tuo arrivo porta via le feste, le vacanze e il clima goliardico che gira intorno a questi lunghi giorni.

Ecco, insieme alle feste noi oggi vogliamo chiederti di portare via con te tutto il brutto dello sport: le cattiverie, le tante e troppo parole, gli insulti ai giocatori di colore, le intromissioni dei genitori durante le partite dei loro figli.

Lo sai anche tu che non è questo il vero senso dello sport, non è questo lo spirito con il quale ci si avvicina a una passione per trasformarla in sport.

Spazza via il marciume, la polvere e lascia negli spogliatoi, sui campi, sulle scrivanie anche solo una briciola di passione per chi l’ha persa, un pizzico di rispetto e tanto divertimento che è la base di chi fa sport.

Lascia la sana e pure competizione e porta via invidie e gelosie, lascia spirito di gruppo e trascina via le individualità negli sport di squadra.

Cara Befana,

oggi ti chiediamo di regalarci un 2020 di sport sano, vero, forte nel segno delle emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.