Quel bacio sulla traversa

Quel bacio sulla traversa…

Avete presente Roberto Baggio e quel “tanto così” a Francia 98, quella palla che non entra per “tanto così” da cambiare il volto alla gara contro i galletti al punto da finire ai rigori…

…E successiva traversa di Gigi Di Biagio? Accesso alla semifinale in palio: quel rumore secco e sordo che ci rimanda a casa e che il calciatore ricorderà per tutta la vita.

La palla che bacia il legno.

La palla che sfiora il palo.

Quanto di tutto questo c’entra con l’amore, con i sentimenti? Tanto.

Perché? Perché un bacio dato o mancato cambia il corso di rapporto, di una storia; un palo o sfiorare un gol può cambiare il corso di una partita.

Incontrarsi, cercarsi, vedersi poi…quel momento, quello giusto e… smack! Tutto cambia. Quanto costruito fino a qual momento non ha più lo stesso significato; un bacio e ogni parola viene dato un valore diverso, ogni gesto ha un’interpretazione completamente nuova.

E se il momento giusto salta?

Partita decisiva per lo scudetto, tensione che si taglia con il coltello. Si avvicina in 90′ quando…. tiro… “a tanto così” dal palo. Il sogno scudetto si infrange al triplice fischio dell’arbitro: una squadra esulta, l’altra piange.

E se quella palla fosse entrata?

Il calcio e l’amore sono sinonimi alla base c’è una sola parola: passione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *