Gareth Bale

bale1989, nazionalità gallese, Gareth viene ingaggiato nel 2005 dal Southampton, appena retrocesso in Campionship, ma deve attendere il 17 aprile 2006 per l’esordio in Premier League alla tenera età di 16 anni e 235 giorni. Tanto talento non passa inosservato e nel 2007 il Tottenham decide di scommettere sul ragazzo investendo 5 milioni di sterline. Il debutto con la maglia degli hotspurs avviene il 26 agosto 2007 contro il Manchester United del suo idolo e connazionale Ryan Giggs. Inizia con il botto, nelle prime 4 partite segna 3 gol: unico particolare, il Tottenham perde tutte le partite con lui in campo e il mister Redknapp non lo fa più giocare, ritenendolo il “gatto nero” della squadra. Come se non bastasse nel dicembre 2007 Gareth subisce un grave infortunio (frattura del metatarso della caviglia destra) che lo tiene fuori dal campo fino a giugno 2008. Il rientro non è dei più felici sia per “l’aurea” di porta sfortuna che l’accompagna dal suo esordio che per l’ostracismo del mister che gli preferisce Benoit Assou-Ekotto, Bale deve attendere ben 2 anni e 23 partite di campionato per riuscire a vincere con la sua squadra. Risolti i suoi problemi fisici e scaramantici, Bale dimostra di possedere qualità incredibili: fisico esplosivo con i suoi 187 cm è in grado di sfrecciare a 27 km/h palla al piede, unito a qualità balistiche che gli consentono di essere uno specialista sui calci di punizione. La maturità del gioco di Bale coincide con l’arrivo di Villas Boas che avanza il suo raggio di azione per sfruttarne appieno le sue qualità: i 23 gol in 39 partite nella stagione passata dimostrano la felicità di tale scelta tattica. Tanto è superlativo nel rettangolo di gioco quanto è timido e schivo fuori dal campo: a tutt’oggi non si ricorda un solo servizio dei tabloid inglesi, sempre pronti a dare la caccia agli eroi della Premier League. Alle mete glamour prese d’assalto dai suoi colleghi (Ibiza, Miami e Dubai), Gareth preferisce ritornare nella sua Cardiff per ricaricare le batterie con interminabili partite di golf. Quest’estate i blancos di Florentino Perez sganciano 100 milioni di euro per assicurarsi le sue prestazioni. Non male per un terzino.

www.calcioecalcio.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *