Calcio femminile

Lettera aperta al calcio femminile

In redazione ci è giunta questa lettera piena di amore e ricordi di una vita trascorsa nel mondo del pallone maschile e femminile.

Pubblichiamo con onore queste parole scritte da un uomo di sport qual è Luciano Verrigni, che ringraziamo per aver scelto Postcalcium come canale attraverso il quale lanciare un messaggio al mondo del calcio femminile e fare gli auguri di Buon Natale a tutto il movimento.

Gli uomini che arrivano al calcio femminile a 11 hanno, di norma, accumulato valide e professionali esperienze in quello maschile e poi, dopo un’esperienza per rendere ancora più ricco questo settore, ne escono e tendono a non rientrarvi, spesso rimuovendo i ricordi di tutto quanto messo in campo in questo settore sportivo. Ciò dipende certamente dal fatto che i nuovi arrivati non vengono sicuramente apprezzati dall’esistente contesto generale, organismi oligarchici che sono decisamente impermeabili al nuovo e alla crescita con rappresentanti non ancora pronti a riconoscere pari dignità alle atlete partecipanti per propri personali blocchi mentali che avrebbero dovuto condurli in altri ambiti e che invece stanno lì per desiderio di rapide e meno faticose ascese. L’elemento determinante e preminente che ancora frena il decollo del calcio femminile a 11 è stata, a mio parere, l’incapacità di questo specifico mondo a rispettarsi appieno vivendo questo spazio, pur con gravosi sacrifici, da semplice spettatore e non agendo da protagonista e in questo stato i progressi appaiono elargizioni altrui e mai come conquiste proprie. E, stando così le cose, ogni anno, in un interminabile gioco dell’oca, si va a ricominciare dalla situazione di prima partenza e meritorie battaglie vinte e significative avanzate vengono annullate con atteggiamenti dimessi sino a diventare passivi e le retrocessioni da spazi conquistati sono eclatanti.Luciano Verrigini

Sono state parte del calcio femminile a 11 abruzzese per un periodo che è stato limitato nel tempo dopo una lunga e proficua partecipazione a quello dilettantistico maschile. Ci sono stato con impegno totale, mettendo a disposizione un bagaglio di esperienze sportive e anche di vita personale, professionale e gestionale e ho cercato di far sviluppare questo segmento sportivo con robustezza investendo le mie capacità, a volte sfidando posizioni preconcette e andando anche allo scontro con chi mummificato in ruoli, interessi e capacità. Ho agito con ferme convinzioni etiche, penso di aver molto costruito e di aver ricevuto per il mio agire concrete gratificazioni durante il periodo in cui sono stato presidente di una società e anche successivamente quando, lasciata da tempo quella esperienza, mi è stata offerto di essere di nuovo guida in altre realtà calcistiche declinate al femminile. Ho avuto apprezzamento poiché mi è stata data molta attenzione per le mie riflessioni e valutazioni sul mondo del calcio femminile abruzzese, per la mia esperienza mi era divenuto abbastanza conosciuto, che ho esternato con analisi attraverso una mia pagina Fb dedicata che ha riscosso vasta attenzione superando oltre mille visualizzazioni settimanali. Quando ho lasciato il calcio femminile ho passato a chi veniva dopo percorsi su cui muoversi con sicurezza, numerose azioni in cantiere e stimolanti idee ben conscio che per andare avanti ci vuole entusiasmo, sacrificio e passione, in particolare ricordando il significato delle passio per noi cristiani, senza dimenticare il rispetto e le competenze e mi duole constatare che i miei valori guida non riscontrano adeguata condivisione. Nella mia vita ho cercato sempre nuove esperienze e anche se, ormai di rado, sono sugli spalti a osservare delle gare penso a questo calcio femminile con abbastanza disincanto e forse con un pò di indolenza e non ho accantonato l’entusiasmo generoso e quella volontà, in parte incosciente, di essere di nuovo parte di questo mondo in cui tanto è possibile per promuoverlo e farlo sviluppare.

 Siccome siamo prossimi al Natale che è la nostra Festa principale ed è quella che ci fa guardare a una vita nuova formulo con piacere Auguri al Calcio Femminile e a tutte le sue componenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *