Leano Cetrullo

Leano Cetrullo: “Vogliamo i play-off”

Francavilla, Agnone, Crema, Biella, Chieti, Gioia Del Colle, Monza, Pistoia, Ortona, Livenza e Reggio Emilia. No, non sono percorsi di trekking né circuiti automobilistici; sono più semplicemente le città in cui ha giocato Leano Cetrullo professione schiacciatore dalla Conad Reggio Emilia militante nel campionato A2 di volley.

Originario di Chieti, classe ’86, ha già all’attivo 7 stagioni in A2 e una in Serie A1 (con Acqua paradiso Monza Brianza) collezionando 114 vittorie  (100 in A2 e 14 in A1) per un totale di 220 incontri.

Con lui torniamo a fare una chiacchierata di pallavolo (dopo l’intervista ad Andrea Zorzi).

Leano, come nasce la passione per il volley?

“In realtà è nato tutto per caso. Vicino casa mia c’era un palazzetto dello sport e alcuni amici mi chiesero di andare a provare dato che ero già abbastanza alto. Ho accettato e da lì è iniziato tutto; in tre anni sono passato dalla Serie C alla Serie A”.

Hai praticamente girato l’Italia, ma c’è una città che ti è rimasta nel cuore?

“Non posso fare una scelta perché sono stato bene ovunque; non sono una persona che ha molte pretese”.

Quest’anno sei in A2 con il Conad Reggio Emilia. Quali gli obiettivi?

“I play-off. Siamo tra le prime 8 e dobbiamo assolutamente vincere”

Punti di forza e di debolezza del tuo club?

“Un punto di forza è il gruppo, siamo una bel team affiatato. Punti deboli nessuno. Veniamo da 7 vittorie consecutive e vogliamo continuare su questa strada anche per il nostro pubblico che ci sta vicino”.

Da grande Leano Cetrullo cosa farà?

“Studio psicologia clinica e il mio sogno è quello di curare le persone. Vorrei andare a lavorare negli Usa, voglio continuare a studiare. Amo leggere, ho infatti la cada piena di libri”.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *